AUTORI SARDI

 

Autori di opere (film, video) proiettate al Cineclub Cagliari dal 2011 ad oggi:
(nessuna distinzione, sia che si tratti di cine-amatori o di professionisti,
l'unico criterio è quello di aver presentato almeno un'opera al Cineclub FEDIC Cagliari)
 

L

X

Y

Z

A

B

C

D

E

F

G

H

I

J

K

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

W

Roberta Aloisio

durante un lungo viaggio in America del sud, Roberta Aloisio partecipa

alla “Conferenza Mondiale dei popoli
sul cambio climatico e i diritti della Madre Terra”

come corrispondente internazionale
e realizza e produce il progetto di interscambio culturale “Sardandendi” per la salvaguardia
delle tradizioni della Sardegna e della Regione Andina, patrocinato dalla Provincia di Cagliari, Assessorati al Turismo e Cultura e in collaborazione con il gruppo AP Media di Buenos Aires (Argentina). Tornata in Italia nel 2010, realizza  il video "SardANDEndi" che nel 2011 vince il premio NUCT al Babel Film Festival. Frequenta corsi per specializzarsi come regista, sceneggiatrice, fotografa, segretaria di edizione presso il CELCAM (Centro per l’educazione ai linguaggi del cinema, degli audiovisivi e della multimedialità) dell'Università di Cagliari (tenuti dal regista Marco Antonio Pani e dalla sceneggiatrice Antonia Jaccarino), presso la NUCT di Roma (Nuova Università del Cinema e della Televisione di Cinecittà) le Officine Cinema e la Scuola Sentieri Selvaggi sempre a Roma. Collabora quindi come aiuto regista o segretaria di edizione, e ad altri ruoli legati al reparto produzione, a numerosi film di vari autori (Enrico Pau, Jacopo Cullin, Paolo Zucca, Vaclav Kadrnka, Pietro Mereu, Attilio Cossu); nel 2015/16 collabora alla realizzazione del lungometraggio di Enrico Pau "L'accabbadora". Attualmente lavora in qualità di direttore di produzione alla realizzazione del lungometraggio “Nel mondo grande e Terribile” per la regia di Daniele Maggioni. È vice-presidente dell'associazione MOVIEMENTU - rete cinema-Sardegna.

"SardANDEndi" (2011) 
composto da:
"Ovodda" (11,51") 
"Mamoiada" (17,18") 
"Villaputzu" (19,25") 
"Andes" (21,44") 

"Andes" è stato
proiettato al Cineclub il:

16 maggio 2016
 

Bonifacio Angius

Sassarese del 1982, nel 2002 si trasferisce a Firenze e segue il corso di recitazione

presso la scuola di cinema "Immagina" poi da autodidatta inizia ad occuparsi di regia,

montaggio e sceneggiatura; con Stefano Deffenu fonda la "Garanza",
una'associazione finalizzata alla realizzazione di opere audiovisive.

Nel 2003 realizza il suo primo cortometraggio ("L'arte di essere felici")

e nel 2004 conosce Pietro Pittalis, un pastore-agricoltore che interpreta per lui
il corto "
Ultimo giorno d'estate",  che riceve riconoscimenti in vari festival in Italia e all'estero,
e poi nel 2006
"In sa 'ia", cortometraggio di 29 minuti interamente in sardo. Nel 2011 realizza il suo primo lungometraggio "Sa Gràscia" assieme a Deffenu e Pittalis.

Frequenta la “New York Film Accademy” e il corso di regia cinematografica
presso il “Centro studi Cinematografici della Catalogna”.

Nel 2014 un'altro lungomertraggio, "Perfidia", che al 67° Festival di Locarno

vince il premio della Giuria del Giovani

"In sa 'ia" è stato
proiettato al Cineclub il:

30 aprile 2012


 

il trailer di "Perfidia"

Giampietro Balìa

Autore di Siniscola (1986), grazie ad Erasmus si reca nel 2007 in a Tallin, in Estonia, 
e frequenta la prestigiosa Baltic Film and Media School presso la quale, nel 2011,
consegue il Master in Film Arts, Directing (Grade A).
Durante questo periodo realizza diversi corti tra i quali "Ainult Meie Kolm" ("Solo noi tre") con la brava attrice estone Kersti Heinloo, film che gli vale diversi riconoscimenti tra il quali il primo premio alla Vetrina Sardegnadel Sardinia Film Festival del 2012.

Sempre a Tallin, dove vive e lavora, fonda nek 2012 la Bumblebee Films, una società di produzione di audiovisivi. 

"IRA" (Short Film, 14 min., Pre-Production).
"Koit" (Short Film for Estonian Institute, 7 min., 2014).
"Ainult Meie Kolm" (Short film, 30 min., 2011).
"Kolm Kartulit" (Short Film, 10 min., 2010).
"In Between" (Short Film, 15 min., 2008)
"Feel the Space" (Observational documentary, 5 min., 2008)
"Alta Tensione" (Short Film, 5 min., 2008)

"Forever Mine" (Short Film, 1 min., 2008)

Maggiori info:  http://www.giampietrobalia.com/ 

"Ainult meie kolm" è stato
proiettato al Cineclub il:

21 maggio 2013

showreal di Giampietro Balia

showreal della Bumblebee Films

 

Joe Bastardi 

Nato a Iglesias nel 1987, laureato in Filosofia, si diploma presso l'Accademia Nazionale del Cinema
di Bologna; inizia subito a realizzare corti ("Amentia") collabora con il regista Enrico Pau e realizza alcuni
videoclip. Con il corto "Buio" ottiene i primi riconoscimenti ad alcuni festival. Negli ultimi anni ha realizzato

altri videoclips e corti ("Un atto di dolore") e un documentario ("Cretcheu")

"Amentia"  (2010, 31,00 min)

"La terra dei padri" (2010, 4,50 min)

"Bunga Bunga Mix - (the Redemption)" (2011, 4,40 min)
con le Lucido Sottile 

"Hellisa" (2011, 5,17 min) 

(con i Lost Brand)


"La fine del mondo" (2012, 4,35 min) 

con i Slim Fit


"Empty House" (2013, 4,52 min) 

con The Heart & The Void


"Buio" (2013, 13,09 min) 

con Jacopo Cullin

"Cretcheu" (2014 ) 

"White Rabbit" (2014, 6,10 min) 

"Un atto di dolore" (2015, 19,00 min) 

Maggiori info:  https://joebastardi.wordpress.com/ 

alcuni suoi lavori sono stati
proiettati al Cineclub il:

8 aprile 2013

15 aprile 2013


 

"Un atto di dolore"

"Bunga Bunga Mix"

"Cretcheu" (teaser)

alcuni suoi lavori sono stati
proiettati al Cineclub il:

8 aprile 2013

15 aprile 2013


 

"Bunga Bunga Mix"

"Un atto di dolore"

"Cretcheu" (teaser)

"Bunga Bunga Mix"

Pio Bruno  (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

Cagliaritano classe 1959, Laureato in Lingue e Letterature Straniere e insegnante di lingua e civiltà francese, 
dal 1995 è socio del Cineclub FEDIC Cagliari e ogni tanto si cimenta nella realizzazione di video "amatoriali".
Dal 2011 è Presidente del Cineclub 

"Omìni Raku"  (1994, 3,00 min)

"Federico" (1994, 2,58 min)

"Performance Raku in piazza a Bosa" (1995, 30,56 min)

"Materia Scultura" (1995, 23,00 min) 

con Piero Ligas

 

"Lo Stakanovista"" (1996, 18,24 min) 


"Sa die de s'acciappa" (1996, 16,40 min) 

1° premio come miglior corto e 1° premio per il miglior commento sonoro al Concorso "Castellum Castri" indetto dall'associazione Arti e Mestieri di Cagliari (giugno 1996)

"My heart belongs to mummy" (1996, 6,06 min)

selezionato al primo V-ART di Cagliari (1996)

"Il Parco Nazionale delle Cinque Terre"" (2003 43,00 min) 


"Tourada - la corrida portoghese" (2009, 35,24 min) 

"Era uma vez uma malandreca" (2009, 8,24 min)

medaglia d'argento "Tanda" al 40° Concorso Nazionale di Cinematografia "Villa di Chiesa (Iglesias) (31 ottobre 2009) 


"O mar que nunca dorme" (2012, 9,40 min) 

"Baci" (2016, 60,00 min) lavoro di montaggio audio video basato su sequenze celebri di baci nel cinema

"Organiz-Action" (2016, 3,34 min) spot creato dagli alunni della 3A-RIM dell'Ist."P.Martini" di Cagliari per un'immaginaria società di servizi (Organizzazione eventi), e realizzato grazie al supporto tecnico del Cineclub FEDIC, nell'ambito delle attività IFS (Impresa Formativa Simulata) dell'ASL (Alternanza Scuola Lavoro)

 

"Le collier" (2018, 63,00 min) Liberamente ispirato a una novella dello scrittore francese Guy de Maupassant; adattamento, sceneggiatura e dialoghi: Pio Bruno; interpreti e troupe del set cinematografico: gli alunni delle classi 5B, 4B, 4C e 3M, dell'Ist. Superiore "De Sanctis-Deledda" di Cagliari in ASL (Alternanza Scuola Lavoro) con la collaborazione di alcuni professionisti:  Tore Iantorno Asta (Direttore della fotografia) Ignazio Mascia (autore documentarista come collaboratore ad alcune riprese), Michela Medda (fotografa e esperta in trucco), Camilla Bruno (flauto traverso), Ivana Busu (fisarmonica)
Post-produzione (montaggio audio/video) e regia: Pio Bruno


"ELISIR (ajò!)" (2019, 29,00 min) Realizzato dai ragazzi del Campus Naturalmentecinema, iniziativa itinerante dell'associazione "Cineamatori delle Apuane" (FEDIC) di Carrara diretta da Laura Biggi e Lorenzo Caravello, girato nel luglio 2019 con la collaborazione del Cineclub FEDIC Cagliari. Direzione artistica Laura Biggi, operatori di ripresa Lorenzo Caravello e Tore Iantorno Asta, audio esterno Pio Bruno, con l'amabile partecipazione degli attori Guglielmo Aru, Franca Todde, Toty Resta e Carla Caboni, musica: Pio Bruno.  Soggetto, sceneggiatura, regia e post-produzione Pio Bruno.

 

alcuni sui lavori sono stati
proiettati al Cineclub il:

5 dicembre 2011

8 ottobre 2012

15 ottobre 2012

25 marzo 2013

6 maggio 2013

16 marzo 2015
7 marzo 2016

5 giugno 2017

4 e 11 giugno 2018

Marco Cadinu 

il cagliaritano Marco Cadinu, diploma di Liceo Artistico, dopo aver studiato "graphic design" a Wroclaw,

in Polonia (Akademia Sztuk Pięknych im. Eugeniusza Gepperta we Wrocławiu),
ha concluso un secondo percorso di studi in "grafica pubblicitaria" presso
l'Accademia delle Belle Arti di Frosinone.
Da qualche anno cerca di mettere in pratica la sua passione per il cinema
realizzando video con modalità sempre più professionali. Nel 2016 fonda la Flammingu Video Production.

alcuni suoi video:

"Little blind love"  assieme a Chiara Aru (11,55 min.)​

"My place" assieme a Stefano Ferraro (2015, 1,58 min.)

"Wherever I go" (2015, 6,25 min)

"Lemming" (2016, 12,00 min)

 

 

Maggiori info: http://flamminguvideoproduzione.jimdo.com/ 

il videoclip "Wherever I go"
è stato proiettato 
al Cineclub l' 
11 maggio 2015

e replicato assieme agli altri lavori
il 26 settembre 2016

 

 

Vittorio Carcò (già socio Cineclub FEDIC Cagliari)

siciliano del 1932, vive a Cagliari dal 1954; da sempre  socio FEDIC, si iscrive nel 1976 alla sezione sarda
del WWF e negli anni '80 ne diventa presidente, realizzando pubblicazioni, conferenze, mostre,
dibattiti in tutta la Sardegna e collaborando ai censimenti annuali del WWF sulle specie
in pericolo di estinzione. Ha realizzato diversi documentari sulla flora e la fauna della Sardegna.
Un suo lavoro sul grifone sardo di Capo Marrargiu, girato in 16 mm diversi decenni fa, non è ancora stato montato per mancanza di fondi.

opere:

"S.Gilla - agonia di uno stagno"  19 min
con Luciano Forneris

"Lacci e fucili" 21 min
con Luciano Forneris 

"La rondine di mare" 19,37 min
con Luciano Forneris 

"Progetto gabbiano corso - cronaca di una ricerca" 24,52 min


"Molentargius - uno stagno da salvare" 17,34 min


"Cagliari - Tunisi - sulla Vespucci" (appunti filmati) aprile 1978,  17,32 min
 

un suo lavoro è stato
proiettato al Cineclub il:

28 aprile 2014
 

Vittorio Carcò (già socio Cineclub FEDIC Cagliari)

Siciliano del 1932, vive a Cagliari dal 1954; da sempre  socio FEDIC, si iscrive nel 1976 alla sezione sarda
del WWF e negli anni '80 ne diventa presidente, realizzando pubblicazioni, conferenze, mostre,
dibattiti in tutta la Sardegna e collaborando ai censimenti annuali del WWF sulle specie
in pericolo di estinzione. Ha realizzato diversi documentari sulla flora e la fauna della Sardegna.
Un suo lavoro sul grifone sardo di Capo Marrargiu, girato in 16 mm diversi decenni fa, non è ancora stato montato per mancanza di fondi.

opere:

"S.Gilla - agonia di uno stagno"  19 min
con Luciano Forneris

"Lacci e fucili" 21 min
con Luciano Forneris 

"La rondine di mare" 19,37 min
con Luciano Forneris 

"Progetto gabbiano corso - cronaca di una ricerca" 24,52 min


"Molentargius - uno stagno da salvare" 17,34 min


"Cagliari - Tunisi - sulla Vespucci" (appunti filmati) aprile 1978,  17,32 min
 

un suo lavoro è stato
proiettato al Cineclub il:

28 aprile 2014
 

Guido Daidone (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

Nato a Palermo ma da sempre in Sardegna, a Cagliari fino all'età di 8 anni e poi a Sassari, 
psicologo-psicoterapeuta di professione, appassionato di cinema non solo come spettatore
ma soprattutto come realizzatore, è un regista autodidatta.
Nel 1987, in occasione del suo soggiorno a Roma per gli studi universitari, ha una prima esperienza nel cinema professionale come assistente dell'aiuto regista Rinaldo Ricci nel film "Pathos, segreta inquietudine" di Piccio Raffanini prodotto dalla Titanus (Ricci è stato aiuto regista tra l'altro di Visconti, Francesco Rosi, Nanni Loy).
Dopo alcuni lavori amatoriali, e dopo 19 anni di blocco creativo, dal 2009 inizia a realizzare una media di un corto l'anno. 
Nel 2013 ottiene il premio Miglior Corto Bimbo e il premio del pubblico per l'episodio "
Io esisto" (che fa parte di una serie di episodi intitolati "Lo sguardo dei bambini") alla 10° edizione del Corto XX Piero Vivarelli a Roma. Dal 2012 frequenta annualmente lo Stage di Formazione organizzato dalla FEDIC nazionale.

Inizialmente iscritto al Cineclub di Sassari, dal 2015 è socio del Cineclub FEDIC Cagliari.
 

i suoi lavori:

"Intrusion"  2009 - 15,56 min

"Giorni perduti"  2010 - 14,30 min

"Agnese"  2011 - 22,50min

"La lettera Scarlatta"  2012 - 13,37 min


"Lo sguardo dei bambini" (film a episodi) 2012 


"Non gettate alcun oggetto dal finestrino"  2014 - 11,18 min

"Il vero volto" (2014 - 12,49 min).

 

"Sardi alla frutta in Love"  2015 - 6,59 min
(cortometraggio prodotto da Sardi alla Frutta, da un' idea di Adriano Cossu)

La presentazione di "Io esisto"
al Sardinia Film Festival nel luglio 2013:
Carlo Dessì tra la piccola protagonista del corto
e il regista Guido Daidone

 

Elio Del Piano (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

di professione medico (è stato Primario di Medicina Generale presso l'ospedale Brotzu di Cagliari),
scomparso nel 2009, è stato tra i fondatori del Cineclub FEDIC di Cagliari (1953)

opere:


"Primo applauso" (Italia, 1953, 6,07 min.)
 

"Montecatini '53" (Italia, 1953, 10,00 min.)

 

"I due viandanti" (Italia, 1954, 10,49 min.)

 

"Feriae Matricularum" (Italia, 1953/54, 46,00 min.)
 

"Il trenino dei nostri sogni" (Italia, 1958, 18,00 min.)

"La troupe" (Italia, 1958, 6,20 min.)

proiettati al Cineclub il:

24 novembre 2014
 

 

Franco Fais (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

Nasce a Bonarcado (OR) nel 1957. negli anni 80 si dedica all'attività di mimo, diviene allievo  di Angelo Corti e Marise Flach, Marcel Marceau, Yves Lebreton, Stephem Mottram.
Nel 95, come mimo inaugura il C.E.T. di Mogol in Umbria con Vittorio Storaro e Giuliano Montaldo. Da allora si dedica anche al cinema, Segue i seminari di cinema con: Alberto Mario Giralo, Obler Luperi, Bruno Fornara, Giuseppe Ferrara, Tullio Bernabei e Alessandro Beltrame. Diversi suoi lavori ottengono premi e riconoscimenti, in particolare "Sciola, oltre la pietra": Valdarno Cinema Fedic 2009, Premio giuria giovani sezione documentario, selezionato per rappresentare l’Italia al concorso internazionale UNICA -Festival Internazionale Cinema Indipendente a Danzica, settembre 2009, ove vince la Medaglia di bronzo; 1°premio  40° concorso nazionale di Cinematografia “ Villa di Chiesa “ (Iglesias, 2009); il Premio Fedic d’oro al Sardinia FilmFestival di Sassari del 2010; Medaglia di bronzo al 38° Festival of Nations a Ebensee, Austria 2010;  per il video "Le regine di Austis": Premio Fedic, come miglior film prodotto da un autore Fedic.al Valdarno Cinema Festival del 2011; Premio Vetrina Sardegna (miglior autore Sardo) al Sardinia FilmFestival di Sassari del 2011; Diploma d’onore 75° Festival UNICA a Fiebebrunn (Austria) nel 2013. Per il video "E ora balliamo noi": Selezionato per rappresentare l’Italia al concorso internazionale UNICA in Romania nel 2015. Infine, nel 2016, "Oro viola" vince il Giglio Fiorentina al 34° Valdarno Cinema Festival

       

opere:

"Pinocchio a Milis" (2001) 
"Naskimenta"  (2004) 
"Sinnos de mammai in su pane" (2004) 
"Mamojada" (2005) 
"Erentzia" (2008) 
"Fiori d’Autunno" (2009) 
"Sciola, oltre la Pietra" (2008/09) 
"Le regine di Austis" (2011) 
"I tre chiodi" (2012) 
"E ora Balliamo Noi" (2015)
"La Danza dei Sacri Demoni" (2016) 

"Oro viola" (2016) 

"Metamorfosi millenaria"(2016) 

"Sciola, oltre la pietra"

Massimo Gasole

Massimo Gasole, laurea in "Musica e Nuove tecnologie" al Conservatorio di Cagliari,
consegue un master in Produzione Audio-Video alla scuola APM di Saluzzo (Piemonte) quindi lavora come  
montatore e copywriter televisivo presso l’agenzia di comunicazione Snatch di Milano.
Nel 2009 fonda la casa di produzione indipendente
Illador Films.
Nel 2011, ispirandosi al Wim Wenders di “Lisbon Story”, si trasferisce a Lisbona prendendo la strada della libera professione.
Nel 2013 accetta la proposta di produrre un documentario in Perù e si tratterrà in sud America per 9 mesi alla ricerca di nuove storie. Attualmente risiede a Cagliari dove collabora con agenzie di comunicazione, compagnie teatrali e associazioni culturali del panorama sardo e internazionale ( Punti di Vista, Spaziodanza, Blicke, Teatro del Sottosuolo, Sardarch, ADDV DMCS).
Realizza documentari, video istituzionali e promozionali, trailer di spettacoli, videoclip musicali, ecc…

 

alcune sue produzioni:

 

"One Word" (videoclip, 2011, 4,22 min.)

"Machu Guitarrista" (documentario, 2013, 16,27 min.) 
"O cantinho do Cordel"  (documentario, 2013, 8,12 min.) 
"Entre la tierra y el mar" (documentario, 2014, 35,49 min.) 

Showreel dei lavori realizzati per la Illador al 2013

alcuni sui lavori sono stati
proiettati al Cineclub il:

10 novembre 2014

16 maggio 2016

 

Piero Pintor (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

opere:


"L’orchestra si diverte" (Italia, 1966, 17,00 min.)

di Piero Pintor e Gianni Meli

 Animazione “a passo uno” nella quale una moltitudine di orchestranti e personaggi vari si muovono sulla base delle più celebri melodie classiche; il film è preceduto da un ironico nonchè istruttivo “making off” nel quale i due autori mostrano nei dettagli tutte le fasi della creazione.

"L’orchestra si diverte" ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti, tra i quali :

- il trofeo FEDIC a Montecatini Terme nel 1966 (Miglior film d’animazione), 
- una medaglia d’oro al concorso UNICA a Marienbad (Mariánské Lázně) nel 1966, 
- il Trofeo Africano al concorso del Sudafrica nel 1967, - 
- il Nastro d’oro al Festival di Salisburgo nel 1967, 
- primo premio assoluto “Schermo d’Oro” nel 1967 a Nyon in Svizzera, 
- una partecipazione all’Expo ’67 a Montreal, in Canada, con passaggio alla TV canadese

 

"A son'e corru" (Italia, 1981, 30,00 min.)

Piero Pintor, Vittorio "Ninnino" Mascia e Antonio Sechi

Documentario sulla storia del quartiere cagliaritano di Castello, ; 

 

"Allegretto ma non troppo" (Italia, 1986, 27,00 min.)

Piero Pintor, Vittorio "Ninnino" Mascia e Antonio Sechi

Animazione, una sorta di collage animato a passo uno, una satira caustica e strampalata sullo sviluppo dell'economia e della politica isolana 

Francalisa Iannucci (socia Cineclub FEDIC Cagliari)

Insegnante di Educazione Artistica nei licei della provincia di Cagliari, partecipa a mostre d'arte,
organizza lavori di disegni su diapositive, performances d'arte e conduce alcune trasmissioni in TV locali,

scrive racconti e soprattutto realizza diversi video:

animazioni in super8:
-Tre sigle in animazione per RAI 3 di Cagliari, con la regia di Roberto Olla, 1980.
-"
Passeggiata", 1979, 1° premio, Iglesias.
-"
Perdivoce", 1979.
-"
E tu donna...", 1980, 1° premio ex aequo, Carbonia fiction
-"
L'isola di Squolandia", 1982, 2° premio, Iglesias.
-"
La goccia", 1983.
-"
Viva i fiori che rinascono", 1984.
-"
Bluverderossoarancio", con disegni degli studenti del Liceo Artistico di Cagliari, 1985.
-"
Tempo d'animazione", 1987, presentato a Cagliari nella rassegna CINEMACITTA.
-"
Sogni di stagno", 1987, 2° premio, Iglesias.
-"
La mia vita è un hobby", 1988. Film di alunni
-Sigla in animazione per Videolina, 1982.
-Sigla in animazione per Odeon TV, 1985.

in digitale:
"
Piccolo Bado" - animazione in digitale (2010, 11,00 min.)
"
2 aprile" - documentario- (2011, 15,00 min.)
"
L’estate di Serafino" - docufilm - (2012, 23,00 min.)
"
Gay 2011" - cagliari documentario con immagini pittoriche (2012, 16,00 min.)
"
Ma su fusile torrada a cantare" - fiction -  (2013, 11,00 min.) presentato al MISFF 2015
"
Le ultime luci dell’anno" - docufilm - (2014, 23,00 min.) (presentato al MISFF e al Valdarno FF 2015)
"
Roma-Milano - destinazione H"  fiction (2015, 73,00 min.) (lungometraggio)
presentato al centro di aggregazione sociale di Selargius, alla UNI 3, all’ASCE.
"
La stanza di cartone" - fiction (2016, 26,00 min.) selezionato al MISFF 2016 per la Vetrina Internazionale FEDIC


attualmente e’ impegnata nella lavorazione di un documentario ("Artisti di strada")

il Cineclub ha proiettato
suoi lavori il:

10 ottobre 2011, 

28 maggio 2012

8 ottobre 2012, 

25 marzo 2013,

6 maggio 2013, 

5 maggio 2014, 

9 giugno 2014, 

15 dicembre 2014,

12 ottobre 2015 

 

Andrea Marras

 

Andrea Marras, di Pimentel, assieme ad un gruppo di amici appassionati di cinema e musica,

ha realizzato videoclip musicali e alcuni corti ("Turnabout", realizzato al termine del Corso di cinema
"Scrivere le immagini" dell'organizzazione TERRA DE PUNT, e "Ohana"),  e un medio metraggio
("Lo strano caso di palese di omicidio").
Ha appena terminato un altro corto sulla città di Cagliari ("...nella mia città")

i suoi lavori:

"Turnabout" (2013, 15,48 min.)

"Ohana" (2014, 9’51 min.)

"Lo strano caso di palese di omicidio" (2016, 40,48 min.)

"...nella mia città" (2016, 4,34 min.)

Due suoi video sono stati
proiettati al Cineclub il:

16 novembre 2015

15 febbraio 2016
 

 

Ignazio Mascia

Giovane documentarista, classe 1974, è nato a Cagliari dove vive tuttora.
Appassionato viaggiatore, gira il mondo solamente con uno zaino e una videocamera per esplorare
e conoscere realtà nascoste o poco raccontate.
Autore autodidatta, collabora con l’associazione "Solidando Onlus" un' associazione ha per scopo
lo svolgimento di attività di volontariato nel campo della cooperazione allo sviluppo, con la quale nel 2013
partecipa ad un progetto di cooperazione e sviluppo in Nicaragua.
Nel 2014 è in Armenia dove visita e filma i villaggi Yazidi dell’interno, i terremotati di Gyumri e il Nagorno Karabakh,
realizzando poi un video di questa esperienza.
Nel dicembre 2015 il suo reportage "Yazidi d'Armenia" viene presentato al Babel Film Festival, concorso internazionale di cinema in lingua minoritaria indetto dalla Cineteca Sarda-Società Umanitaria di Cagliari, e vince il Premio Cineclub FEDIC Cagliari.
Attualmente sta realizzando un documentario ("Gaarawe") su una comunità eco-sostenibile in Thailandia. 

 

i suoi lavori:

"Riciclo della plastica a Chinandega"  (2013 - 13,00") 
"Nuoves Horizontes - Chinandega Nicaragua" (2013 - 20,28") 
"Armenia dimenticata" (2015 - 46,00") 
"Yazidi d'Armenia" (2015, 23’55’’)  

i suoi video sono stati
proiettati al Cineclub il:

16 novembre 2015

18 aprile 2016
16 maggio 2016

 

Nicola Federico Onnis

Il cagliaritano Nicola Federico Onnis (classe 1993), è laureando presso la Facolta di
Scienza della Comunicazione dell'Università di Cagliari; ha partecipato al Laboratorio di critica
cinematografica del critico Alessandro Stellino e al corso di Cinema dell'associazione Artisti Fuori Posto
a Cagliari; ma soprattutto, in quanto appassionato cinefilo, ha partecipato alle lavorazioni di alcuni  film, frequentando diversi set cinematografici, e acquisendo abilità nell'utilizzo di attrezzature professionali o semi-professionali (PC, microfoni, telecamere, fotocamere, steadycam, go-pro ecc.) e recitando in “Bullied to death” di Giovanni Coda. Oltre a cimentarsi nella scrittura di sceneggiature, ha realizzato alcuni videoclip e spot pubblicitari, e diretto e montato tre corti prima di realizzare nel 2015 "Anima", il suo primo lungometraggio.

i suoi lavori:

"Anima" (2015, 100 min. ) 
"La caduta" (2016, 15 min.)

i suoi video sono stati
proiettati al Cineclub il:

18 luglio 2016
 

 
 

Marco Antonio Pani

Il regista sardo Marco Antonio Pani (1966) dopo gli studi classici e artistici, si diploma come

"Esperto in gestione audiovisivi" nel 1990, quindi lavora come aiuto operatore, operatore e montatore

presso tv private, poi come regista e sceneggiatore realizza una trentina di documentari turistici, archeologici

e di storia dell’arte. Nel 2002 si diploma in regia cinematografica presso il CECC di Barcellona

(Centre d’Estudis Cinematográfics de Catalunya). Inizia a realizzare cortometraggi e lungometraggi

che gli valgono diversi premi e riconoscimenti internazionali.

Dal 2003 al 2016 è stato formatore e docente di regia cineamatografica a Barcellona presso l'Università La Salle/Ramón Lull e presso la Universitat Internacional de Catalunya. Collabora attualmente con l'Università di Cagliari e con il Celcam.

Ê fra i fondatori di "Moviementu" Rete Cinema Sardegna, di cui attualmente è presidente

opere realizzate:

- "Dei e soldati" (1999 - 30,00 min.) documentario di archeologia - Regia sceneggiatura e montaggio

- "Barri k/17, alla scoperta del dio della tempesta" (1998 - 50,00 min.) doc-archeologia/avventura - Regia sceneggiatura e montaggio

- "Sant'Antioco e Sirai, roccaforti di Cartagine" (1998 - 36,00 min.) documentario di archeologia, regia sceneggiatura e montaggio

- "Tharros, la regina del Sinis" (1998 - 30,00 min.)  documentario di archeologia - Regia sceneggiatura e montaggio

- "Nora - città risorta dal mare" (1997- 34,00 min.) documentario di archeologia - Regia sceneggiatura e montaggio • Premio del pubblico – festival del cinema d’archeologia “Mediterraneo, passato-futuro” – Oliena, 1997 • Medaglia d’argento del Presidente della Repubblica Italiana al Concorso Nazionale di Cinematografía “Villa di Chiesa” – Iglesias, 1995 - 

- "Magie del sud" (1997, 45 min.) doc-ambiente/territorio Regia sceneggiatura e montaggio • Secondo Premio al festival “Versilia Video” – Bologna, 1997 • Medaglia d’argento del Presidente della Repubblica Italiana al Concorso Nazionale di Cinematografía “Villa di Chiesa” – Iglesias, 1997 

- “Chinotto” (2000, 7,09 min.), vincitore del Premio Kodak al Festival Filmvideo 2000 di Montecatini, 

- "Ladrones de Zanahorias" (2001 - 9,00 min.)  commedia surrealeRegia sceneggiatura e montaggio

- "Charcos" (2002 - 7,00 min.) fiction-autobiografico Sceneggiatura, regia e montaggio

- “Las Puertas del Mundo Niño” (Spagna - 2002 – 17,26 min) • Premio Opere Nuove al Miglior Film al Festival Nazionale Opere Nuove di Bolzano – 2003 • Premio Miglior Regia al Festival Internazionale V art –Cagliari – 2003

- “Els Pintors Catalans a Sardenya” (2004 - 54,00 min.) docufiction prodotto dalla Generalitat de Catalunya e dalla Televisione Catalana 

- "Panas" (2005 - 24,00 min.) Regia sceneggiatura e montaggio • Cortometraggio etnografico -  Premio Avisa Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna Nuoro 2005 • Molise Cinema – Menzione Speciale della Giuria – 2006 • Premio al miglior film al Puntodivista Film Festival 2007 – Sarroch (Ca) • Opere Nuove – Bolzano – Selezionato sezione ufficiale – 2006 • Premio del pubblico (Ficc) al 1º Babel Film Festival – Cagliari – 2010

- “Arturo torna dal Brasile” (2010 – 37 min), fotografia di Paolo Carboni, documentario biopic - Primo Premio al Concorso per progetti “Storie di Emigrati Sardi”, Premio al “Miglior Film di autore sardo” al SIEFF 2011, il Festival Internazionale del cinema etnografico, indetto dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna.

- "Capo e croce - le ragioni dei pastori" (2013, 104 min.), documentario, co-regia con con Paolo Carboni, partecipazione al Festival del Film di Roma 2013,  Premio al MIglior Film Italiano al Festival Cinemambiente di Torino. • 8º Festival Internazionale del Film di Roma 2013 in concorso nella sezione “Documentario Italiano” • in concorso al Galway film Fledht – Irlanda • Premio al Miglior Documentario Italiano al 17º Festival CinemAmbiente di Torino • Premio al Miglior Film al Festival Siciliambiente • Premio del Pubblico al Festival della Lessinia 

- "Ísura de filmá" (2013, 50,00 min.) film di montaggio realizzato a partire da immagini inedite del regista sardo Fiorenzo Serra e musicato appositamente da Paolo Fresu. Prodotto dalla Cineteca Sarda - Società Umanitaria 

- "Maialetto della Nurra" (2016 - 17,00) vincitore al Sardinia Film Festival 2016 del Premio del Pubblico della Ficc e del Premio Vetrina Sardegna assegnato dalla Giuria internazionale. 

Maggiori info:  http://marcoantoniopani.blogspot.it/

il Cineclub ha proiettato
suoi lavori il:

24 ottobre 2011, 

21 maggio 2012

19 novembre 2012, 

10 dicembre 2012,

9 giugno 2014, 

il trailer di "Capo e croce"

una scena tratta da
"Els pintors catalans a Sardenya"

Piero Pintor (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

opere:


"L’orchestra si diverte" (Italia, 1966, 17,00 min.)

con Gianni Meli
 Animazione “a passo uno” nella quale una moltitudine di orchestranti e personaggi vari si muovono sulla base delle più celebri melodie classiche; il film è preceduto da un ironico nonchè istruttivo “making off” nel quale i due autori mostrano nei dettagli tutte le fasi della creazione.

"A son'e corru" (Italia, 1981, 30,00 min.)

con Vittorio "Ninnino" Mascia e Antonio Sechi

Documentario sulla storia del quartiere cagliaritano di Castello, ; 

 

"Allegretto ma non troppo" (Italia, 1986, 27,00 min.)

con Vittorio "Ninnino" Mascia e Antonio Sechi

Animazione, una sorta di collage animato a passo uno, una satira caustica e strampalata sullo sviluppo dell'economia e della politica isolana 

proiettati al Cineclub il:

19 marzo 2012
8 ottobre 2012

Nando Scanu (socio Cineclub FEDIC Cagliari)

 

Nato a Portotorres (classe 1934), vive a Sassari ove ha conseguito il Diploma di geometra
ed esercitato la professione di imprenditore edile. È stato tra i fondatori all'inizio degli anni '50
del Cineclub Sassari del quale sarà a lungo presidente.
Dirige negli anni 1960/63 il Festival Internazionale del Cinema a passo ridotto di Alghero.
Partecipa ai lavori preparatori della fondazione della Cineteca Sarda, partecipa attivamente, sin dalla fondazione, alla Rassegna del Cinema di Olbia e alla produzione del film "Pelle di Bandito", di Piero Livi.
Dal 1966 al 2006 è consigliere nazionale della Federazione Italiana dei Cineclub,
poi Presidente della Consulta dei Cineclub Fedic Sardegna sino al 2015.
Nel 2006 è co-ideatore e organizzatore del “SARDINIAFILMFESTIVAL” International Short Film Award, a cui collabora tutt’ora.

Ha prodotto e diretto una decina di documentari fra i quali:
Kalik”,
Abigeato anni ’60”,
Roccadoria”,
Il Bombardiere”,
Roccadoria 2000

nel 1958 è secondo operatore nel corto di Piero Livi "Visitazione"

il film "Visitazione" è stato
proiettato al Cineclub il:

5 novembre 2012
 

 

Tore Ximenes (nel 2014 e nel 2015 è stato socio del Cineclub FEDIC Cagliari)

 

Tore Ximenes (attore, pittore, cantantautore, musicista, scrittore, regista), si forma artisticamente
negli anni ’70 a Cagliari con il gruppo teatrale dei “Compagni di Scena”.
È autore di sigle per trasmissioni TV, scrive testi di narrativa
(“L’angelo essenziale” e “18 W 123 Street, New York”), e compone canzoni, testo e musica,
che esegue personalmente e per le quali elabora poi dei videoclip.
Da “one man band” a “one man troupe” il passo è breve: inizia a creare dei corto e medio-metraggi
(videoclip e reportages di viaggi soprattutto, documentari e fiction surreali) sviluppando una stile personale.
Le sue opere sono realizzate e prodotte nell'ambito della sua UnicumFilm, spesso in collaborazione con un gruppo di aficionadas 

(tra le quali Rita RozzoGabriella Corsale (cfr), autrici che hanno realizzato alcuni video montati da Ximenes)

le sue opere video:
 

"Fragu of Manhattan 1" (2009)

"Fragu of Manhattan 2" (2010)

"Ossimori di seppia" (2010 - 3,34")

"Once upon a time in Summer 2010" (2010 - 5,47")

"Polvere di polvere" (2010 - 3,06")

"Il cielo sopra via Sonnino" (2010 - 14,00")

"Mi piace" (2011 - 4,27")

"Bella veramente" (2011 - 4,17")

"Simpatiche amiche" (2011 - 2,04")

"Buñuel – il cinema come mistero" (2011 - 14,28")

"Fragu de España" (2011, 17,44")

"L’inarrivabile" (2012 - 5,44")

"Fragu of Manhattan 3" (2012)

"Occhi e cuore" (2013, 4,48")

"Fragu de Budapest" (2013)

"Fragu de Paris" (2013, 23,11")

"La strada del destin" (2013, 50,00")

"Siete contente che vi ho portate a Bologna?" (2014, 10,32")

"Venezia, le zippole e tu" (2015, 16,09")

diverse sue opere sono state
proiettate al Cineclub il:

18 marzo 2013

22 aprile 2013

15 aprile 2013

17 febbraio 2014

2 marzo 2015

"Once upon a time in Summer 2010"

 

foto realizzata da Pio Bruno

nel maggio 2012, tra Jerzu e Ulassai